Biblioteca di un apneista

 


 

 


 

Titolo: Vetrina sotto le onde

Autore: Cousteau Jacques Yves (bibliografia)

Casa editrice:  F.lli Fabbri (Milano)

Collana: Gli oceani, n. 10

Anno di pubblicazione: 1973

Edizione posseduta: 1973 (b)

Pagine: 144

Formato: 21,5 x 26,5

Traduzione: Salvatico Carla Giulia

Argomento: Enciclopedie e dizionari

 

Il libro: Perche' il mare e' azzurro? Per rispondere a una domanda in apparenza cosi' "disarmante" si dovrebbe iniziare parlando delle proprieta' di rifrazione della luce nell'acqua e dell'alterazione che subisce il suo spettro. Domande in apparenza semplici spesso ci portano lontano. In questo caso ci permettono di scoprire la capacita' degli uomini e dei pesci di vedere nell'acqua.

L'uomo ha dovuto usare il suo ingegno e le sue capacita' per arrivare a osservare e a capire il mondo subacqueo: tecniche modernissime, dal laser ai lampeggiatori elettronici, oggi ci possono rivelare i segreti che si nascondono in tutte le acque del globo. I pesci, invece, posseggono capacita' visive molto diversificate. Alcuni hanno un angolo di visuale di 360, altri, che vivono nelle profondita', sono completamente ciechi e "vedono" usando altri sensi.

Molti pesci abissali emettono luce propria, una bioluminescenza che li guida nel buio piu' fitto. Pesci e uomini sono stati condizionati da una legge fondamentale: la luce, elemento di vita.

Le cellule fotoelettriche e la luminosita' di alcuni pesci sono molto diversi per vedere "sotto le onde".

 

Indice: Perche' il mare e' azzurro - La visione umana - La visione indiretta dell'uomo - Il raggio della vita - Il pulsare dell'oceano - La bioluminescenza - Prometeo - Gli occhi - La tavolozza colorata - Il dono del sole.

 


I diritti dei testi e/o delle immagini di questo libro appartengono alla casa editrice e/o all'autore.

 La recensione ha il solo scopo di far conoscere una pubblicazione d'epoca.