Biblioteca di un apneista

 


 

 


 

Titolo: Ritorno a Dahlak Kebir

Autore: Meleca Vincenzo

Casa editrice: Greco & Greco (Milano)

Anno di pubblicazione: 2001

Edizione posseduta: 2001 (n)

Pagine: 173

Formato: 14,0 x 20,5

Prezzo di copertina: euro 11,88

ISBN: 978-88-7980-266-6

Argomento: Viaggi

 

Il libro: "Le raffiche del greco-tramontana si sono intensificate; nel prato antistante vedo margherite strapazzate dai sibili e dagli ululati. "Forza, Enzo, parlami del Mar Rosso". Invece di parlare, scrivo del Mar Rosso, che potrebbe essere raffrontato a una scatola di pastelli lasciati aperti al sole rovente da un incauto pittore; del Mar Rosso, che e' ancora la zecca in cui il sole riesce a coniare le sue monete di luce; del Mar Rosso, mi rammento il mito di Flora che viene salvata da Zeus, grazie ad una tromba d'aria. Nel trambusto, pero', perse il peplo che da allora abbellisce i fondali del Mar Rosso.

Il vento trascina nella sua folle, aerea corsa delle tegole che svelle dal tetto del garage. Il sole splende sempre in cielo, me un giorno di tempesta. A questo punto mi accorgo che Maria ed io abbiamo vissuto la gelida mattina invernale scaldati dal tepore del Mar Rosso. "Grazie Vincenzo", dico io, "Grazie a Maleca" dice Maria, e soprattutto grazie al suo libro Ritorno a Dahlak Kebir, fantastico tappeto volante: un libro che consigliamo di leggere".

Enzo Maiorca

 

Indice: Prefazione - Avvertenze - Prologo - Testa da calabrese - Honny soit qui mal y pense - Fantasmi dal passato - Epilogo - Appendice.

 


I diritti dei testi e/o delle immagini di questo libro appartengono alla casa editrice e/o all'autore.

 La recensione ha il solo scopo di far conoscere una pubblicazione d'epoca.